Prima Domenica di Novembre

La prossima domenica ci sarà il seminario sul Secondo Chakra, Novembre è denso di energia Yin, legata all'acqua e alla luna, due aspetti fondanti del secondo chakra. Cosa sono i chakra? sono vortici di energia collocati sull'asse verticale della colonna vertebrale, partono dal perineo, il pavimento pelvico fra l'ano e i genitali che corrisponde al Primo poi nel basso ventre sotto l'ombelico il Secondo, sotto al diaframma il Terzo, in mezzo al petto il Quarto, nella gola il Quinto, nelle fronte fra le sopracciglia il Sesto, in cima alla testa il Settimo. Sono collegati ognuno di questi a delle ghiandole qindi sono connessi alla quantità e alla qualità di ormoni secreti dal nostro organismo. Sono influenzati dalle enrgie provenienti dai corpi sottili e quindi regolano in tanti modi il nostro organismo e ognuno di loro è connesso a suoni, parole, colori, pietre, oli essenziali, per cui anche se non sono materiali sono influenzati da aspetti concreti dalle nostre emozioni e relazioni dalle nostre azioni. i Chakra sono connessi all'Energia e al suo fluire dentro e fuori di noi, per questo conoscerli, apprezzarli e armonizzarli rende la nostra Vita più sana, gentile, coraggiosa, armonica, intraprendente. IL SECONDO CHAKRA SWADHISTHANA è il vortice del Sentire. Purtroppo nella nostra misera cultura, così ristretta, arida, triste, repressa, violenta, il Sentire è considerata una funzione inferiore, associato ad uno stato femminile che viene sempre un po' denigrato o deriso. Il Sentire è strettamente connesso al Movimento e al piacere spontaneo che provoca. Nella nostra cultura il femminile e i bambini non sono mai attentamente ascoltati e rispettati, come se la spontaneità, la libertà di giocare, di sporcarsi, di muoversi liberamente fosse un qualcosa che non viene più compreso. Potrei fare tantissimi esempitutti veri: in spiaggia due giorni fa a Cervia una famiglia in spiaggia, madre padre due figli di circa sette nove anni, un maschio ed una femmina, erano sulla duna di sabbia che corre parallela al mare, i bambini volevano spontaneamente scendere sulla sabbia per giocare, per assoporare il piacere di una discesa morbida senza alcun pericolo, s enon quello di insabbiarsi un po le scarpe e i piedi.Il padre con tono aggressivo ( di cui forse non si rende neanche conto) dice"Non scendete da lì non fatelo altrimenti mi arrabbio molto" La madre tace facendo finta di niente. Questa è repressione immotivata di gesti spontanei dei bambini. E' abuso emotivo, oichè senza motivo viene represso un desiderio di gioco, di espressione corporea, senza una reale motivazione. Solo perchè l'adulto nevrotico non sopporta che : i fifgli si muovano? che si insabbino le scarpe o i piedi? che si divertano? che escano dal binario che secondo il padre è l'unico che si deve percorrere? altro esempio asilo una bimba sta male vomita e la madre le dice che schifosa che sei non devi fare queste cose schifose, lo sai che io non le sopporto. Un'espressione non solo naturale ma non controllabile come il vomito è stata giudicata, rifiutata, denigrata. Altro che essere accolta accudita curata questa povera bimba è stata oltraggiata nei suoi sentimenti, invece che protetta ed aiutata ad affrontare il malessere fisico è stata sgridata e rifiutata.

Commenti