I MIEI ANTENATI (prosegue)

sempre dal libro della Cameron"...venne insegnato loro che erano malate e che dovevano bendarsi e comportarsi come malate. Venne loro insegnato che le ondate di piacere e i desideri dei loro corpi erano peccaminosi e non bisognava mai provarne piacere o gioirne. Quando alle ragazze venne permesso di tornare ai loro villaggi, le loro menti erano così avvelenate, i loro spiriti così danneggiati, le loro anime così contaminate, che non erano più eleggibili come candidate per la Società delle Donne. Anche i ragazzi vennero portati via e a lro venne insegnato che le donne erano impure, peccatrici, che volevano distogliere l'uomo dalla vera via. Venne lor insegnato che le opinioni delle donne non contavano, che il lor cervello non doveva essere preso in considerazione, e che il loro unico scopo era quello di servire gli uomini. IN MENO DI UNA GENERAZIONE IL MONDO SI CAPOVOLSE, E LA RAGIONE E LA VERITà SI DISPERSERO QUASI SCOMPARVERO. (QUASI) Le sorelle più anziane morirono con le lacrime agli occhi perchè le giovani donne non erano più pronte ad imparare ad amare i propri corpi. Colei che non è in grado di amare Se stessa, non è in grado di amare nessuno, Colei che si vergogna del proprio corpo si vergogna di tutta la sua vita, Colei che considera impuro o sudicio il proprio corpo è persa, Colei che non è in grado di rispettare i doni ricevuti ancora prima della nascita non potrà mai rispettare nulla, in primis se stessa. i preti pensarono di avere distrutto il matriarcato. Videro ciò che avevano creato liti ed ubriachezza dove prima c'era amore e rispetto. Videro uomini picchiare le loro ogli e i loro bambini. Videro madri picchiare i propri figli e persino abbandonarli. Videro madri che avrebbero dovuto essere madri del clan divenire prostitute nelle città che loro con gli invasori avevano costruito. Non videro che alcune donne salvarono e protessero la saggezza del matriarcato anche a rischio della lorovita, incontrandosi in segreto, spesso nelle chiese dell'invasore. Facendo finta di credere a ciò che i preti insegnavano. Stando molto attente a ciò che dicevano, custodendo gelosamente ciò che sapevano. Molto fu perso. MOLTO NON SARA' MAI PIU' RECUPERATO. Abbiamo solo dei frammenti di quello che è stato il bellissimo mantello della danza della conoscenza. Ma pur strappato e frammentato com'è, è sempre meglio delle idee che l'invasore ha portato con sè. Poche donne anziane ormai e non più forti. Poche anziane donne che hanno mantenuto vivo ciò che gli invasori hanno cercato di distrggere. Nonne e zie. Madri e sorelle. Che devono essre ONORATE, CONSIDERATE PREZIOSE A DA PROTEGGERE A RISCHIO DELLA NOSTRA STESSA VITA. CHE DEVONO ESSERE RISPETTATE, RISPETTATE IN OGNI MOMENTO. DONNE CHE CONOSCONO CIO' CHE DOBBIAMO NUOVAMENTE IMPARARE. DONNE CHE CI TRASMETTERANNO LE LORO CONOSCENZE (se glielo permetteremo),DONNE CHE CI AMANO. IL MANTELLO DELLA DANZA NON E' RICOSTRUITO, IL CANTO NON E' COMPLETO, LA DANZA NON E' COMPLETA, LE PAROLE NON SONO TUTTE CONOSCIUTE. ORA C'E' BISOGNO CHE LA DONNA ANTICA STIA CON NOI " (prosegue) (Sono queste le Antenate che spingono nelle mie Memorie ancora più Antiche, ma farsi sentire devono spostare le memorie e le signature geniche dei miei antenati più recenti quelli che uccidono, violentano, disonorano)

Commenti